Presentazione Conferenza


   www.pdsalerno.it

LE  DEMOCRATICHE  DELLA  PROVINCIA  DI  SALERNO

Il partito aveva già sentito l’esigenza, prima che la Conferenza Nazionale delle Donne fosse indetta, di prevedere uno spazio per le donne. Così nacque il Dipartimento per l’uguaglianza di genere che aveva come scopi di far mettere in rete le donne della Provincia, che è la più vasta del Meridione, di formarle per far sì che esse potessero amministrare e fare opposizione, fuori e dentro le compagini comunali, con contezza; di far percepire chiaramente che le donne sentivano l’esigenza di far parte integrante del processo di costruzione del partito. Così il Dipartimento organizzò un momento sul bilancio pubblico dando risposte concrete alle sollecitazioni di tante e promosse la campagna “Scelgo io” per il boicottaggio di tutti i prodotti che utilizzano messaggi pubblicitari a sfondo “sessista”. Poi sono arrivate le Conferenze (Nazionale, Regionale e Provinciale).
Abbiamo sentito una grande amarezza allorquando ci siamo accorte che la Conferenza Nazionale, ricalcando vecchie logiche, parlava di un nuovo approccio. Ci siamo battute a livello nazionale evidenziando l’incoerenza di quanto asserito rispetto a quanto realizzato, ma con risultati non eclatanti. A livello provinciale siamo riuscite a concordare un processo unitario per l’individuazione del Coordinamento e della Coordinatrice della nostra Conferenza, così come per la Conferenza Regionale.

E’ stato un grande passo in avanti, ma, ce ne rendiamo conto, è ancora poco. Poiché, quindi, siamo consce della discrasia esistente tra le richieste pressanti di democrazia e la regolamentazione dell’Organismo, che ci è caduta a cascata da Roma, abbiamo deciso di andare, come Coordinamento, sui vari territori, non solo per ascoltare, ma anche per comunicare palesemente quanto ci sentiamo investite delle richieste di maggiore democrazia delle donne, per sollecitare un continuo e crescente impegno delle donne nel e per il partito e per mettere a disposizione l’azione della Conferenza stessa, e il Coordinamento, alle richieste di appoggio e aiuto per le azioni che le democratiche del Salernitano vorranno intraprendere.
Per fine settembre cercheremo di tenere una giornata di approfondimento del partito su: Federalismo fiscale, ricadute sui tempi e qualità della vita.

Nella nostra provincia ci sono tante energie, professionalità, capacità, esperienze ed entusiasmi femminili che non possono e non devono essere dispersi, ma a cui si devono riconoscere spazi e possibilità.
Il patrimonio della persona donna è una delle grandi risorse, insieme a quelle dei giovani, per la crescita del Partito e del nostro territorio.
Noi siamo consapevoli di essere parte di quella risorsa che è irrinunciabile. Sta a noi, ora più che mai, non fare un passo indietro.

Rossana Lamberti
Coordinatrice della Conferenza provinciale delle Donne del PD di Salerno

Le persone

DELEGATE REGIONALI

COORDINAMENTO REGIONALE
Ester Albano
Daniela Argensio
Antonietta Cicalese
Marilu De Luca
Stefania De Martino
Anna Desiderio
Caterina Di Bianco
Bianca Esposito
Mariagrazia Farina
Luisa Genovese
Annabella Iavarone
Paola Landi
Cristina Lembo
Caetrina Leone
Emilia Longobardi
Caterina Manfredonia
Michela Mansi
Simona Paolillo
Silvia Pisapia
Carmela Recussi
Rossana Lamberti
Mimma Virtuoso